I 7 Robot Lavavetri Professionali Top per l’Esperto

robot lavavetri finestre mz

Robot Lavavetri: quali sono i migliori? Come usarlo al meglio? A quali caratteristiche bisogna fare maggiore attenzione? [Guida]

Un robot lavavetri è un dispositivo elettronico che permette di automatizzare la pulizia dei vetri soprattutto in quelle situazioni in cui la parte esterna delle vetrate non è di facile accesso.

Il robot lavavetri, infatti, è un apparecchio elettronico di piccole dimensioni, che grazie ad un motore aspirante aderisce alle superfici e, una volta avviato, lava il vetro al nostro posto.

  • Ma quali sono i migliori robot lavavetri oggi in commercio?
  • Come si scelgono e a cosa fare attenzione?
  • Infine, come si usano al meglio?

Oggi rispondiamo a tutte queste domande, mettendo in luce tutti i pro e i contro dei principiali robot lavavetri oggi in commercio.

Alla fine di questo articolo avrai una chiara visione di tutto quello che c’è da sapere sui robot lavavetri, oltre a conoscere il modo di utilizzo perfetto e alcuni dei migliori dispositivi in commercio.

Robot Lavavetri: Cosa Sono?

Leggeri e compatti, i robot lavavetri sono dei veri e propri apparecchi tecnologicamente avanzati, in grado di compiere il lavoro “da soli”, proprio come i robot aspirapolvere.

La pulizia avviene tramite apposite spazzole rotanti in microfibra (una o due a seconda del modello) e di lamine in gomma. In base al numero di spazzole, il robot lavorerà in modo diverso.

La maggior parte di questi robot hanno comandi molto intuitivi, possiedono un tasto per l’attivazione direttamente sul corpo prodotto ed offrono in dotazione un telecomando per poterne programmare il funzionamento a distanza.

I modelli più avanzati presentano anche funzionalità smart ed il controllo da smartphone o tablet via app (anche da remoto).

I vantaggi rispetto ad una pulizia a “mano” sono evidenti: comodità, risparmio di tempo e forze e, soprattutto, la possibilità di raggiungere aree e superfici inaccessibili (o pericolose da lavare manualmente).

Inoltre, i robot lavavetri di alta qualità offrono un grado di pulizia solitamente superiore al lavaggio manuale.

Robot Lavavetri: Classifica

1. Ecovacs – Winbot W1

robot lavavetri migliore ecovacs

Ecovacs è un’azienda leader a livello mondiale nella robotica intelligente per la pulizia automatica.

Con la serie Winbot, Ecovacs propone robot per la pulizia delle finestre con il semplice tocco di un pulsante.

Winbot W1 PRO è un robot lavavetri intelligente e facile da usare, che può essere controllato a distanza. È un robot di forma quadrata, progettato per la pulizia di superfici verticali, prive di fughe e lisce.

Le dimensioni del prodotto sono 27 x 27 x 7 cm, per un peso di 1,5 kg ed una rumorosità di 72 dB.

Il robot lavora dopo essere stato agganciato al moschettone di sicurezza, per essere protetto da eventuali distacchi improvvisi dalle superfici.

Con un sistema di aspirazione della potenza di 2800 Pa, che assicura l’ottima aderenza sul vetro grazie alla ventola, e avvalendosi della tecnologia WIN-SLAM 3.0, mette a disposizione tre diverse tipologie di pulizia (rapida, profonda o per macchie) e configura anche i comandi vocali.

La pulizia dei vetri viene eseguita sia con il passaggio della spruzzatura d’acqua incrociata a doppia direzione, sia con il panno in microfibra che scrosta delicatamente anche le macchie più ostinate.

Da notare che i materiali scelti per la tessitura del panno garantiscono altissimi standard di pulizia, un maggior attrito ai vetri ed un’ottima scorrevolezza sulle superfici. La capacità della vaschetta si aggira sui 60 ml, bastevoli per pulire 20 mq di vetri e/o finestre.

Nel momento in cui il serbatoio si svuoterà, Winbot W1 Pro ci informerà sfruttando sia l’interazione vocale che le notifiche dell’app associata. A quel punto, ovviamente, si dovrà provvedere al riempimento del serbatoio ed il robot potrà riprendere il lavoro proprio dal punto in cui si era fermato.

I sensori di rilevamento posti sui bordi della macchina riconoscono la presenza di maniglie o di cornici, evitandole, e regolando il loro percorso. Winbot può funzionare sia tramite cavo (grazie a un cavo in dotazione da 4,7 metri), che con una batteria ricaricabile integrata.

Grazie alla grande autonomia il robot può lavorare per 60 minuti.

Se la batteria è in esaurimento, si attiverà la modalità di sicurezza che riduce i consumi e lo fa rimanere in standby per altri 20 minuti. Ecovacs Winbot W1 Pro regala un’esperienza di pulizia automatica dei vetri con risultati professionali impeccabili.

PRO

  • Funzionalità e controllo da app
  • Buone prestazioni complessive, anche su sporco ostinato
  • Programma dedicato alla pulizia profonda
  • Ottima autonomia

CONTRO

  • Funziona esclusivamente su vetri e finestre

Ecovacs – Winbot W1 – Prezzo (Amazon): 449,00 euro


2. AlfaBot – X6 Robot per Finestra

robot lavavetri finestre verticale

Tra i migliori robot lavavetri troviamo Alfabot, molto popolare a livello internazionale.

Particolarmente consigliato per chi ha grandi vetrate o vetri fissi esterni non raggiungibili, è un robot che aderisce in maniera stabile alle superfici lisce, e può essere usato per pulire i vetri delle finestre o del box doccia, specchi, ma anche pareti piastrellate, e pavimenti in legno o in marmo.

Dalle dimensioni contenute, 28.96 x 13.97 x 11.43 cm, con un peso di 948 gr, dispone di 3 percorsi di pulizia in automatico che si possono controllare con il telecomando. È in grado di pulire una finestra di circa 3 mq in circa 13-15 minuti, e il rumore emesso è pari a 65 dB.

Dotato di aggancio a un cordino di sicurezza, può essere controllato con un telecomando e la tecnologia AI (Intelligenza Artificiale) identifica infissi e ostacoli, che evita accuratamente.

Il robot lavavetri esegue il lavaggio grazie a una serie di modalità che lo portano a andare dall’alto verso il basso, da destra verso sinistra e con movimento circolare controllato, coprendo così l’intera superficie.

Dotato di sensori intelligenti che possono riconoscere le cornici della finestra e regolano il percorso di pulizia per evitare cadute, il robot viene gestito, nelle sue varie fasi di pulizia e recupero, dal telecomando che assicura che ogni tipologia di movimento resti sempre sotto controllo: è possibile riportarlo verso l’alto o verso il basso per migliorare le operazioni di pulizia.

Questo modello di Robot lavavetri X6 non ha serbatoio interno. Si può spruzzare direttamente l’acqua o il detergente con il flacone.

Le due spazzole ricoperte da morbido tessuto in microfibra eseguono la pulizia ruotando o contemporaneamente o in maniera alternata. Il robot funziona sempre connesso alla rete elettrica. Il suo cavo è abbastanza lungo da poter pulire senza problemi finestre grandi e alte.

Come meccanismo di sicurezza, in caso di interruzione della corrente nell’edificio, ha una batteria integrata UPS, che mantiene il lavavetri in funzione da 20 a 25 minuti quando è scollegato.

Si tratta di un elettrodomestico smart, anche se ha dei limiti derivanti da un prezzo che non può assicurare delle prestazioni di carattere professionale.

PRO

  • Adatto a diversi tipi di superficie
  • Dimensioni contenute, molto leggero
  • Buone prestazioni complessive, anche su sporco ostinato

CONTRO

  • Il rumore potrebbe risultare fastidioso per alcuni utenti

AlfaBot – X6 Robot per Finestra – Prezzo (Amazon): 199,00 euro


3. Hutt – Lava Vetri Elettrico

 

HUTT viene considerato uno dei robot lavavetri migliori, ed è molto apprezzato per la sua versatilità, essendo adatto per qualsiasi tipo di finestra/vetro, oltre che per pavimenti lisci, piastrelle, marmo, porte in legno, ecc.

Le dimensioni sono contenute, ‎29 x 13.5 x 8.5 cm, con un peso di 1,14 kg, una rumorosità di 65 dB ed un cavo di alimentazione di 5 metri. La pulizia di 1m quadro viene gestita in circa 2-3 min.

Una grande caratteristica è la possibilità di regolare la potenza di aspirazione, e sono disponibili fino a cinque livelli di controllo della potenza, da 2600 Pa fino a 3400 Pa.

L’area di pulizia minima, per un regolare funzionamento, è di 30 cm x 30 cm, ed il vetro deve sopportare il peso di circa 3 Kg in verticale, per cui in questo caso anche i vetri sottili non hanno problemi.

HUTT non ha un serbatoio d’acqua, quindi è privo di spruzzino incorporato, ma le spazzole rotanti utilizzano panni in fibra ultra-fine micro-nano, che rimuovono efficacemente lo sporco, non perdono i peli, non danneggiano il vetro, non lasciano segni dopo la pulizia e possono essere riutilizzati.

Basta inumidire il panno e accendere l’alimentazione. Il robot pulisce direttamente con acqua due volte: la prima volta usa l’aspirazione per rimuove la maggior parte delle macchie, e la seconda volta usa un’aspirazione maggiore per rimuovere le macchie ostinate.

Presenta una batteria da 650 mAh che permette un’autonomia di 20 minuti in caso di assenza della corrente elettrica, in modo che non cada in caso di black out.

È in grado di pianificare il percorso in maniera efficiente, e di individuare facilmente bordi ed ostacoli, evitando così cadute ed incidenti (è presente comunque una corda di sicurezza di 8 m).

Si muove in maniera autonoma, fermandosi una volta terminato il ciclo di pulizia dei vetri. I pareri su questo robot sono molto positivi, non solo perché svolge un buon lavoro per chi ha finestre inaccessibili, ma il movimento rotatorio delle spazzole, per alcuni utenti, è più efficace rispetto a quello quadrato di alcuni robot.

Quando rimangono degli aloni, il telecomando consente di passare e ripassare, ottenendo un ottimo effetto.

PRO

  • Potenza automatica in base al livello di sporco
  • Elevato grado di intelligenza
  • Versatile e anche per pavimenti/piastrelle

CONTRO

  • Nonostante abbia una batteria di emergenza, non può essere usato senza cavo di alimentazione

Hutt – Lava Vetri Elettrico – Prezzo (Amazon): 289,00 euro


4. Everybot –  Robot Edge

robot aspirapolvere elettrico

Everybot è un brand coreano produttore di robot pulitori dal 2016. Everybot Edge è un potente robot mop  dal design unico, adatto per pavimenti duri, marmo, piastrelle, linoleum e pavimenti in legno.

Le dimensioni sono 16.5 x 32.7 x 13.6 cm, con un peso di 1,9 kg ed una rumorosità di 46 dB. È un elettrodomestico che funziona per la pulizia a umido e a secco di pavimenti, e viene fornito anche con una modalità portatile in modo da potersi addentrare nelle fessure.

Una caratteristica interessante di Everybot Edge è che si manovra senza ruote. Funziona su due cuscinetti in microfibra rotondi e rotanti, azionati da due motori separati; quindi, il robot pulisce il pavimento mentre si sposta silenziosamente lungo lo stesso modo in cui si muovono i robot lavavetri. I due serbatoi d’acqua, piuttosto piccoli, forniscono acqua ai cuscinetti per garantire che non si secchino durante la pulizia.

Troviamo anche sensori anticollisione e sensori di rilevamento dislivelli per prestazioni di pulizia intelligenti e sicure.

Il suo sensore di illuminazione consente di terminare sempre il processo di pulizia in un punto più luminoso dove gli utenti possono facilmente trovare il robot. Progettato per essere intuitivo, Everybot Edge è dotato di un pulsante a sfioramento che attiva una delle otto modalità di pulizia ottimizzate in modalità wireless.

Con otto comode modalità di pulizia ricche di azione, un panno in microfibra brevettato e il bonus della tecnologia RoboSpin (tecnologia dinamica a doppia rotazione), il risultato è assicurato. La tecnologia Dynamic Dual-Spinning è realizzata mediante l’azione di due potenti motori da 5,700 giri/min, in grado di massimizzare la frizione sulle superfici. L’erogazione dell’acqua a bordo significa che non inzuppa il pavimento né lascia strisce di sporco.

Altra tecnologia interessante è la tecnologia Exit Shadow Area (ESA). Quando si utilizza il robot, spesso la batteria si esaurisce in una posizione buia.

L’ESA è un sensore sofisticato che riporta il dispositivo in una posizione ben illuminata al termine della pulizia, assicurando che non rimanga bloccato in un angolo nascosto.

Everybot Edge è facile da configurare e può essere facilmente utilizzato senza problemi. Il suo telecomando fornisce nove diverse modalità di pulizia come Edge/focus e Auto Cleaning, il che significa che l’utente può scegliere il modello più adatto in base alla situazione del momento, e funziona automaticamente per 2 ore senza alcun problema.

Una volta scaricata la batteria, ci vogliono dai 30 ai 60 minuti per ricaricarsi. Molto buone le recensioni, poiché funziona in maniera affidabile e lava molto bene.

PRO

  • Sensore di rilevamento ostacoli
  • Molto silenzioso
  • Sistema di approvvigionamento idrico facilissimo
  • Sensori di illuminazione

CONTRO

  • Tempo di esecuzione medio

Everybot –  Robot Edge – Prezzo (Amazon): 299,00 euro


5. Mamibot –  Lavavetri iGlass

robot aspirapolvere manibot

Un robot lavavetri economico da tenere in considerazione è Mamibot W120-T, un prodotto che, a dispetto del prezzo basso, dimostra di essere valido e ricco di aspetti positivi.

Dimensioni: ‎25 x 25 x 10 cm, con un peso di 1,5 Kg ed una rumorosità di 65 dB. Compatto, silenzioso e veloce, ha un sistema di pulizia di 3-4 min/m², che permette di avere finestre pulite, senza macchie e senza aloni.

W120-T è cablato, e in caso di interruzione dell’alimentazione o interruzione di corrente, un algoritmo intelligente previene il rischio di caduta e permette di rimane sul vetro per 30 minuti.

Mamibot W120-T può essere utilizzato in 3 modi: funzionamento chiave, funzionamento tramite telecomando entro un raggio di 15 metri, funzionamento tramite app Mamibot (iGLASSBOT) per iOS e Android.

Grazie all’intelligenza artificiale (tecnologia AI), calcola il percorso di pulizia ideale e può raggiungere anche aree difficili da raggiungere. Si sposta autonomamente calcolando il percorso di pulizia ideale, con movimento a Z o a N, e può essere utilizzato anche su superfici diverse dal vetro, come piastrelle o legno.

Di ottimo livello anche la potenza del motore e la sua capacità di aderire alle superfici verticali, che rappresenta sempre un elemento chiave in questi prodotti: il motore brushless a lunga durata genera un’elevata potenza di aspirazione di 5600 PA.

Presenta tutti i dispositivi di sicurezza classici. A questi si aggiungono una pompa di aspirazione molto potente che, combinata con il peso inferiore ai 2 kg, aggiunge sicurezza ad un dispositivo che non ha niente da invidiare ad altre soluzioni.

Perfetto per grandi vetrate, con il telecomando si possono raggiungere posizioni scomode, è facile da comandare ed i risultati sono decisamente buoni.

PRO

  • Buona la potenza della pompa
  • Dimensioni contenute
  • Standard di sicurezza elevati

CONTRO

  • Possono rimanere degli aloni, è meglio non utilizzarlo nelle giornate umide

Mamibot –  Lavavetri iGlass – Prezzo (Amazon): 199,00 euro


6. Hobot – Smartbot

Hobot è uno dei marchi leader di produttori di robot per la pulizia dei vetri. Hobot 388 è un robot lavavetri che funziona tramite un cavo di alimentazione si presenta come uno dei più completi sul mercato.

Dimensioni: 29.5 x 14.8 x 9.5 cm, per un peso di 915 grammi.

Usando la forza di aspirazione si attacca verticalmente al vetro di una finestra, mentre un potente motore aspira le particelle di polvere e le morbide fibre sintetiche dei panni per la pulizia puliscono a fondo i vetri. Ha una velocità di pulizia da 3 a 6 min/m², ed è semplice il funzionamento: sui due supporti rotanti sul fondo del robot si attaccano i cuscinetti in microfibra.

Il serbatoio rimovibile misura 24 ml e può essere riempito con una soluzione detergente o acqua. Due spazzole ruotanti aiutano il robot a completare le attività di pulizia, che si muoverà da sinistra a destra attorno al vetro della finestra.

Durante il suo funzionamento, e con un ugello a spruzzo ad ultrasuoni, il robot lavavetri spruzza una nebbiolina fine di spray ogni 15 micron (μm), e può essere controllato a distanza su un’app per smartphone tramite la connettività Wi-Fi. Con il suo movimento rotatorio e a zig-zag, pulisce la superficie in due passate.

La sua pulizia può essere effettuata a secco (senza contenuto del serbatoio) o con nebulizzazione spray. Con questo processo di pulizia coordinato in due fasi, la superficie del vetro viene pulita a fondo.

È possibile utilizzare Hobot 388 con il telecomando, utilizzando i pulsanti direzionali, premendo start-stop o selezionando la modalità di pulizia. Oltre al telecomando, può essere gestito anche con il proprio smartphone o direttamente premendo il pulsante start-pausa sul robot stesso.

Il controllo dell’app avviene tramite Bluetooth. Pertanto, è necessario essere vicini al robot per utilizzare il controllo tramite smartphone. L’app Hobot è disponibile per il download gratuito negli store iOS e Android.

Un sistema di continuità (UPS) integrato funge da batteria di riserva e fornisce energia extra per un massimo di 20 minuti, mentre una lunga fune di sicurezza impedisce che colpisca il pavimento in caso di caduta accidentale.

Dopo ogni pulizia, il robot torna alla sua posizione iniziale in modo che possa essere facilmente sollevato.

Complessivamente uno dei robot lavavetri più efficienti e di qualità in assoluto, anche se penalizzato dal prezzo più alto dalla media.

PRO

  • Molto facile da usare
  • Pulisce correttamente diversi tipi di superficie
  • Telecomando intuitivo
  • App mobile facile da usare

CONTRO

  • Prezzo superiore alla media

Hobot – Smartbot – Prezzo (Amazon): 354,00 euro


7. Leifheit – Set Lavavetri Elettrico

Leifheit è un’azienda tedesca che da oltre 60 anni produce elettrodomestici di vario tipo.

Il lavavetri aspirante Nemo di Leifheit è perfetto per tutti coloro che desiderano pulire finestre, specchi, piastrelle, ecc. nel modo più semplice e veloce possibile.

Dalle dimensioni contenute, ‎34 x 9 x 21.5 cm, e con un peso di 500 gr, aspira automaticamente e può essere svuotato rapidamente e facilmente tramite il tappo del serbatoio integrato sul manico.

La dimensione della bocchetta con i suoi 28 cm può garantire velocità d’impiego: ricordiamo che questa è una misura molto comune tra i pulisci vetri per uso domestico. Il serbatoio integrato nel manico ha una capacità di raccolta delle acque reflue di 60 ml, e permette di aspirare in una sola passata fino al bordo inferiore di ciò che si sta pulendo.

Funziona bene nella pulizia dei pannelli del box doccia, e poiché l’alloggiamento impermeabile del lavavetri è protetto secondo IPX7, l’utilizzo e la conservazione all’interno del box doccia non è affatto un problema.

Dopo la pulizia il serbatoio può essere svuotato facilmente e velocemente grazie all’apertura sul manico. Con una potente batteria, il lavavetri può aspirare con una carica fino a 40 minuti e quindi una superficie di 130 m².

Le recensioni sono positive, ed i vetri si puliscono in pochi secondi. Leggero e veloce, ha un’aspirazione potente, ed i vetri rimangono perfettamente asciutti.

Unica accortezza da avere: non ripassare sul vetro asciutto! La lamina in gomma lascia linee orizzontali se il vetro non è bagnato. La confezione Leifheit Nemo contiene 1 tergi-vetro per finestre, ed 1 adattatore per manico con il pratico aggancio Click System.

PRO

  • Perfetto per superfici come finestre, specchi, piastrelle o pareti della doccia
  • ll serbatoio è integrato nella maniglia per risparmiare spazio.
  • Svuotamento facile e veloce tramite il tappo del serbatoio sull’impugnatura

CONTRO

  • Per molti utenti il serbatoio è troppo piccolo

Leifheit – Set Lavavetri Elettrico – Prezzo (Amazon): 89,00 euro


Come scegliere un robot lavavetri

Esistono diversi tipi di pulisci vetri automatici. Diverse tipologie di robot lavavetri permettono tipi di pulizia differente. Vediamo alcuni delle principali caratteristiche che distinguono i diversi robot lavavetri.

Materiali pulibili

Una delle discriminanti principali dei robot lavavetri è il tipo di materiale che possono pulire. In alcuni casi possono funzionare solo sulle superfici in vetro, mentre altri più avanzati hanno la capacità di lavare anche su altri tipi di supporti, come le piastrelle della cucina o del bagno, oppure il marmo dei piani di cottura.

Forma

La forma e la dimensione di un robot lavavetri non hanno solo a che fare con il design, ma sono dei veri parametri che evidenziano un aspetto importante della funzionalità del robot.

Ad esempio, nel caso in cui si abbiano delle finestre squadrate, potrebbe essere intelligente acquistare un robot lavavetri di forma quadrata o rettangolare, in modo che possa accedere anche nei punti più difficili, mentre per superfici dalle linee più delicate è meglio prediligere robot dal design arrotondato.

Dimensioni

Per grandi superfici è necessario un pulisci vetri automatico di dimensioni proporzionate, e lo stesso discorso vale anche in caso di piccole finestre.

I motivi di questa scelta sono due: prima di tutto, acquistare un robot lavavetri di grandi dimensioni per poi metterlo a pulire finestre piccole, potrebbe rendere il movimento del lavavetri automatico molto difficoltoso. Utilizzare un robot lavavetri di piccole dimensioni su vetri troppo grandi, potrebbe rendere la procedura “faticosa” per il robot, che potrebbe non riuscire a lavare tutta la superficie in tempo, prima che si scarichi la batteria.

Wireless

La maggior parte dei robot lavavetri presenta alimentazione di tipo cablato, anche se sempre più brand stanno iniziando a orientarsi su modelli totalmente wireless. Nel caso di modelli cablati, è bene considerare la lunghezza del cavo (solitamente 4-5m).

Per i modelli cordless, è ideale consultare l’autonomia ed i tempi di carica, in maniera tale da poter valutare se un ciclo è sufficiente per la pulizia dell’intera superficie.

Sensori di prossimità

robot lavavetri migliore img

Prima dell’acquisto è essenziale valutare che il modello scelto sia in grado di utilizzare sensori intelligenti per il riconoscimento degli ostacoli e dei bordi, in modo da non dover intervenire ogni volta perché il dispositivo si è bloccato o fermato.

Batteria

L’autonomia di un robot lavavetri dipende dalla capacità della batteria. Tale capacità si misura in mAh ed è importante prendere in considerazione questo fattore, per accertarsi che il proprio robot sia in grado di riuscire a svolgere tutto il lavoro per cui è stato acquistato senza interruzioni.

Sempre più i brand si sono adoperati per sviluppare sistemi con funzionamento interamente wireless e senza fili. Questi modelli sono quindi alimentati da una batteria con autonomia che varia da un minimo di 30 minuti ad un massimo di 50 minuti.

Importante è anche il tempo di ricarica della batteria. I robot lavavetri delle migliori marche sono tutti caratterizzati da una ricarica veloce.

Rumorosità

È importante valutare il grado di rumorosità, misurato in decibel (db). Consigliamo di scegliere robot lavavetri che non superino i 70 db. La maggior parte di questi dispositivi ha una rumorosità compresa tra i 60 e i 68db.

Altre caratteristiche

Altre caratteristiche secondare, di cui abbiamo tenuto conto nella scelta dei migliori robot lavavetri in elenco, comprendono: qualità costruttiva e componentistica, potenza di aspirazione, velocità di pulizia (min/m2, ossia quanti minuti sono necessari per pulire un metro quadro).

Il funzionamento di un robot lavavetri

Nonostante i robot lavavetri abbiano forme e caratteristiche diverse, il funzionamento è sempre similare.

Un robot lavavetri funziona grazie all’integrazione di un motore aspirante che consente di rimanere aderente al vetro. Dotato di panno, basterà posizionarlo sul vetro per avviare la pulizia, la quale solitamente avviene in 3 fasi: lavaggio, rimozione dello sporco residuo e asciugatura.

Il panno va inumidito con acqua e/o detergente, anche se alcuni modelli possiedono un proprio serbatoio per l’acqua. Naturalmente fanno sempre fede le istruzioni del dispositivo.

  1. Durate la prima fase, il pulisci vetri automatico effettua una pulizia del vetro ad umido, utilizzando cioè acqua o un detergente specifico, a seconda della struttura e delle funzioni del dispositivo utilizzato.
  2. La seconda fase è quella della rimozione dello sporco, che avviene tramite l’azione di un raschietto in gomma con il quale il robot eliminerà la polvere e i segni lasciati sul vetro.
  3. La terza e ultima fase è quella dell’asciugatura: le superfici vengono lasciate senza aloni e ombre.

La pulizia avviene tramite sensori che, al momento dell’accensione, permettono al robot di muoversi lungo la superficie, percorrendone tutta l’area e garantendo un’azione precisa e puntuale.

Ovviamente, come tutti i dispositivi tecnologici, anche il robot lavavetri ha un’autonomia limitata: prima di azionarlo, ricordati di controllare che la batteria sia completamente carica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here